Elenco generale argomenti e rubriche-

Noi italiani mammoni, in fondo, lo sappiamo da sempre: la miglior difesa contro lo stress? Sono le coccole di colei che ci ha messo al mondo. A confermarlo, ora, è anche la scienza - e anzi, guarda caso, una ricerca italiana -. Secondo uno studio dell’Irccs E. Medea di Bosisio Parini (Lecco), svolta con Università inglesi e pubblicata su una rivista internazionale di settore, una mamma premurosa nei confronti del proprio piccolo in difficoltà lo aiuta ad alleviare brutte tensioni. E se il bambino è predisposto geneticamente a sviluppare ansia, le attenzioni della madre contrastano il sorgere di condizioni pericolose. Per dimostrarlo, i ricercatori hanno per esempio misurato i livelli di sostanze associate allo stress nella saliva di 100 bebé, notando tra l'altro che la situazione peggiorava dopo brevi momenti di separazione del bambino dalla madre.

da Avvenire

Per lei e per lui, una bella sorpresa inaspettata

Comunicare con gesti di attenzione completamente gratuiti, cioè senza che vi sia un particolare motivo o una ricorrenza da festeggiare. Qualcosa di gradito all’altro che gli offro solo per comunicargli che gli voglio bene

Dare per ricevere qualcosa in cambio, offrire per ricevere gratitudine, portare un dono perché è il suo compleanno. Ci attendiamo gratitudine per il bene che abbiamo fatto, desideriamo ricevere un sorriso se noi sorridiamo, gentilezze se noi le abbiamo usate agli altri.

Leggi tutto...

“Bisognerebbe che lui/lei cambiasse…”

Per uscire dalle ipotesi e dalle incomprensioni, parlarsi apertamente ed esprimere un desiderio alla volta

Bisognerebbe che…lui dovrebbe…lei potrebbe….Usare il condizionale significa viaggiare nelle ipotesi, staccarsi dalla realtà per immaginare situazioni che non esistono ma che desideriamo o addirittura pretendiamo. Ci appelliamo alla giustizia, ai diritti, al rispetto. Il tempo passa, impieghiamo energie mentali ed emotive nell’immaginario, le situazioni e le persone non cambiano. Ci amareggiamo, siamo scontenti o rassegnati, le relazioni si guastano o si raffreddano. Chi ce lo fa fare? Prendiamo coscienza dei nostri desideri e dei cambiamenti che vorremmo negli altri. Parliamone con un amico, un’amica, una persona di fiducia: un secondo punto di vista ci aiuta a formarci una visione più equilibrata della realtà. Successivamente parliamone con la persona con cui siamo in contrasto. Esponiamo con calma un nostro desiderio, uno solo,  e chiediamo che cosa si potrebbe fare insieme per ottenere un piccolo cambiamento, uno solo. Un passo alla volta.

Marco Manica

“Lorenzo quante volte te lo devo dire"

Ripetere un comando che non ha funzionato, forse non è la strategia migliore

“Lascia stare gli spazzolini da denti degli altri. Te l’ho già detto. Quante volte te lo devo ripetere! Guarda che non sto scherzando…Lascia stare gli spazzolini, lascia stare gli spazzolini…! Allora?”. E Lorenzo chiama a cimentarsi il papà nella battaglia.

Leggi tutto...

Esprimere i desideri

Nella relazione, esprimere apertamente i propri desideri. Per conoscersi meglio ed evitare malintesi e incomprensioni

Ma perché mi porta un regalino se io preferisco i fiori oppure andare al cinema con lui?” Pensa lei, il giorno del suo compleanno. Ma lui come fa a saperlo? Qualcuno glielo potrà pur dire! Lei però pensa: “Ma dovrebbe capirlo da solo…! Non mi conosce?”.

Leggi tutto...

Pagina 1 di 12

Venerdì, 15/12/2017

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Ti trovi qui:Home»Macroaree

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.