E’ capitato, vero? Che il più piccolo in casa suggerisse una soluzione cui non avevamo pensato. Valorizziamo la creatività e l’intelligenza di ognuno in famiglia anche per trovare nuovi modi per risparmiare e utilizzare l’acqua e gli altri beni naturali in modo intelligente ed equilibrato.

Il brainstorming, parola inglese che significa “tempesta (storming) di cervelli (brains)”, è una tecnica creativa per inventare-trovare nomi, soluzioni , idee. Si basa sul pensiero libero, non censurato. Una regola è infatti quella di non commentare o criticare le idee che suggeriscono gli altri.

E’ un modo intelligente e originale per stare insieme e trovare nuovi modi per risparmiare in casa le risorse naturali che sono a disposizione di tutti.

Leggi tutto...

Alt agli sprechi alimentari

Cominciamo a impararlo e a insegnarlo in famiglia: ogni anno in Italia si buttano 76 kg di cibo a testa

di Marco Manica 

Anche in tempi di crisi purtroppo le famiglie italiane sprecano prodotti alimentari, circa 76 kg a testa l’anno. Sono i dati forniti dal Waste Watcher, l'Osservatorio internazionale contro gli sprechi attivato nell'ambito dell'Università di Bologna (fonte: M. Rubino, Sprechi alimentari: ogni anno in Italia si buttano 76 Kg di cibo a testa, La Repubblica 20.05.2013). 

Questi risultati sono emersi da un sondaggio effettuato su duemila cittadini italiani maggiorenni, stratificati per genere, zona ed età. Metà degli intervistati ritiene grave il problema e richiede una maggiore informazione sull'argomento. 

Leggi tutto...

Risparmio acqua: più dal rubinetto, meno in bottiglia

Le famiglie oggi apprezzano e usano di più l’acqua del comune

Gli italiani risparmiano e diminuisce la spesa per l’acqua in bottiglia, il 15% in meno, rispetto al 2007 (dati Confindustria).

Molti hanno riacquistato fiducia nell’acqua del rubinetto. Secondo una ricerca Nielsen, ben sette milioni di persone sono tornate a bere l'acqua di casa negli ultimi quattro anni.

E’ disponibile anche l’acqua alla spina, in “Case dell'acqua”, chioschi, fontanelle, punti dell'acqua: è migliore di quella del rubinetto? “Altroconsumo”, il periodico che si propone di tutelare i diritti dei consumatori, ha messo a confronto le analisi di dieci campioni di acqua prelevati dalle cosiddette "case dell'acqua", in dieci Comuni distribuiti nel centro-Nord Italia, e quelle di altrettanti campioni prelevati dalle fontanelle pubbliche adiacenti. Che tipo di acqua trovano i cittadini in questi distributori? Si tratta di acqua di acquedotto, nelle versioni naturale e frizzante. 

Leggi tutto...

Insegnare buoni comportamenti con la vita

Cogliere la prima occasione per dare buon esempio: lavarsi rapidamente le mani prima dei pasti, fare la doccia più velocemente, non utilizzare il bagno come…”sala di lettura”

Il nostro comportamento parla. Comunichiamo di più con le nostre azioni che con le parole.

“La maggior parte dei nostri insegnamenti non passa tanto attraverso quello che diciamo, ma piuttosto attraverso la continua comunicazione non verbale costituita dal nostro modo di essere e di vivere.

“Che cosa posso dirgli, come posso parlare a mio figlio?” è una delle nostre domande. Spesso non sappiamo quale sia il modo migliore per dire le cose, quali parole dobbiamo scegliere, quali sono le più utili. Ebbene: non che non sia importante cercare le parole giuste per dire le cose... lo scambio di comunicazione verbale con i figli è certamente un grande valore che richiede cura e pensieri. Ma spesso ciò che più conta per trasmettere valori e criteri di fondo è il modo in cui noi interpretiamo quei valori e quei criteri che vorremmo trasmettere.

Leggi tutto...

Sobrietà fa rima con serenità

Riprendiamoci la nostra vita, liberandoci dai consumi inutili

Tagliare le spese è sempre associato a lacrime e sangue, licenziamenti, abbassamento del livello di vita. C’è chi però lo fa nella vita quotidiana e ne dà una visione più rosea. Così scrive un lettore del New York Times commentando un articolo sugli sprechi: «Mia moglie e io siamo nel bel mezzo di un ridimensionamento. Passiamo in rassegna le cose che possediamo, molte finiamo per darle in beneficienza. Uno stadio alla volta, ci riprendiamo la nostra vita».

Certo non è sempre tutto rose e fiori, anzi. Ma è bella l’idea che vivere in modo un po’ più sobrio porti a riprendersi la propria vita, addirittura a ridurre lo stress legato al consumo ossessivo. Ci vuole davvero poco per abbattere i consumi: cominciamo dalle cose piccole. Basta partire dall’acqua, che senza accorgercene sprechiamo ogni giorno in abbondanza. Tre consigli che più semplici non si può:

  • Fare la doccia anziché il bagno. Di solito riempendo la vasca si usa il quadruplo dell’acqua.
  • Quando laviamo la macchina usiamo il secchio anziché la canna.
  • Usiamo i riduttori di flusso per i rubinetti: si risparmia fino al 30% dell’acqua in un’abitazione  e il getto si mantiene corposo e confortevole.

Andrea Lugoboni

 

Fonti: Federico Rampini, Banchieri, Mondadori, Milano 2014, e Come risparmiare acqua in casa: le regole d’oro nel sito www.nonsprecare.it

Martedì, 14/08/2018

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Ti trovi qui:Home»Macroaree»Rubriche»Famiglia eco solidale

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.