Uscire dai circoli viziosi

Lei tiene il broncio perché lui si chiude in se stesso. Lui si chiude in se stesso perché lei tiene il broncio. E quando si finisce? Mai, fino a quando uno dei due o entrambi prendono l’iniziativa di interrompere il circolo vizioso. Senza soffermarsi a discutere su chi è il colpevole e di chi ha cominciato per primo: non serve se non a disperdere altre energie emotive e a ritardare l’accordo.
“Sarei contenta che tu mi ascoltassi mentre lavo i piatti…”, ecco una richiesta chiara e circostanziata. “Sarei contento che tu mi dicessi apertamente quello che ti aspetti da me…”; finalmente anche lui ha espresso chiaramente un suo desiderio. Così si riparte meglio e se ci si allena a un’apertura reciproca sempre più trasparente, le cose miglioreranno.

Lascia un commento

Lunedì, 11/12/2017

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.