Amore indissolubile in periferia: insieme da cinquant’anni

Come si potrebbe vivere senza ridere appena si può?

Ronchetto sul Naviglio non è un paese, è un quartiere periferico di Milano: lì abitiamo noi. E' un quartiere di anziani e meridionali: droga quasi non ne circola, la gente non si ammazza, con i coltelli ci si tagliano i peperoni. Qui ci sono coppie di coniugi che stanno insieme da 40, 50 anni e oltre. I figli vengono la domenica, quando nei parcheggi, solitamente ampi, non trovi un buco, come in corso Europa. Colpisce la naturalezza di questi legami, come se restare insieme per tutta la vita fosse la cosa più ovvia di questo mondo. Sembra di sentire san Pietro: «Signore, da chi andremo?», come a dire: «Sono rimasto tutta la vita con mia moglie, e che altro dovevo fare?». E invece dietro a questa semplicità, c'è una vita di lotte, di fatiche, di impegni vissuti insieme, di lavoro fuori casa e in casa. Decine di migliaia di ore trascorse con i figli e per i figli.

Un guizzo di umorismo balena tante volte in questi occhi. Come si potrebbe vivere senza sorridere, senza ridere appena si può?

E d'altronde il buon umore è il premio che riceviamo per la nostra fedeltà.

Aurelio Romano

https://www.facebook.com/groups/279929062185139/

Lascia un commento

Lunedì, 11/12/2017

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Ti trovi qui:Home»Macroaree»Amore e Amicizia»Relazioni efficaci e costruttive»Amore indissolubile in periferia: insieme da cinquant’anni

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.