“Così impari!....”. Ci viene di getto, per la rabbia. Ma è utile?

Disavventura in casa: Elisabetta si arrampica e precipita. Calma, curiamola. Poi ne riparliamo con lei quando tutto è passato

Elisabetta non arriva allo scaffale alto della cucina per prendere la scatola dei biscotti. Prende uno sgabello e lo piazza a ridosso del mobile, sale sopra, si allunga verso l’alto…ma non arriva ancora. Punta i piedi ed ecco che le dita della mano sono arrivate alla scatola. Ma l’equilibrio è molto instabile, lo sgabello si è inclinato un poco, scivola via e con lui fa precipitare Elisabetta a terra assieme alla scatola di biscotti che si apre. Tonfo sordo, fracasso metallico di sgabello e scatola di latta, urla a domicilio. Accorre spaventatissima la mamma Carla. “Cosa succede?!!....Cosa hai fatto?”, domanda, come se non fosse evidente l’accaduto. I pianti sono ancora acuti, il dolore è pungente e diffuso. “Adesso stai lì per terra, così impari! Ma sei scema a salire in quel modo su quello sgabello che sta in equilibrio per miracolo?”.

Elisabetta è rassegnata e i lamenti un po’ alla volta si quietano. “Dai, tirati su, vieni, mettiti in poltrona”, concede la mamma dopo qualche minuto di rabbia. 

La sera Elisabetta è ancora dolente. Si va al pronto soccorso. Frattura del metacarpo e dell’ulna, un bel gesso e via a casa. “Hai visto cosa succede, eh?”, incalza la mamma in auto durante il ritorno. Elisabetta mugugna qualche cosa.

Avrà imparato la lezione? Molto probabilmente sì. C’era bisogno di farglielo notare? Probabilmente no. La disavventura parla da sé e i bambini sono abbastanza svegli e intelligenti per tirare le somme e incassare l’esperienza quando pagano sulla loro pelle. Elisabetta lo ha pagato caro il suo equilibrismo in cucina. Non resta che prendersi cura di lei e ragionarci insieme quando le bocce sono ferme, un po’ distanti dall’accaduto.

Lascia un commento

Lunedì, 11/12/2017

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Ti trovi qui:Home»Macroaree»L’arte di comunicare»Visione della vita e comunicazione»“Così impari!....”. Ci viene di getto, per la rabbia. Ma è utile?

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.