I nonni  sono sempre più presenti nelle famiglie. Un sostegno importante per supplire alla carenza di tempo per i figli e per la casa dei genitori giovani sempre più impegnati nel lavoro fuori casa. 
Ma anche il nonno vuole la sua parte, di attenzione e affetto. Inoltre gli anni passano e la vecchiaia si fa sentire di più. Ecco alcuni consigli per accompagnare i nostri cari senior e per aiutarli ad invecchiare bene.

Informarsi. E’ utile sapere quali cambiamenti sono normali in una persona che invecchia e quali invece sono sintomi di un problema. Se i nonni  soffrono di determinate patologie, chiediamo al medico quali sviluppi si potranno presentare e quali comportamenti sono consigliabili per facilitare loro la convivenza con la malattia.

Pianificare il futuro. Informarsi sui servizi che potrebbero esserti utili domani: servizio sanitario pubblico, centri privati. Pianificare  l'aspetto finanziario, le spese cui si andrà incontro.

Incoraggiare l'autonomia. Rispettare la volontà dei nonni  di prendere decisioni e di mantenere per quanto possibile il controllo della vita, per poter partecipare a ciò che li riguardano. 

Cambiamenti  a piccoli passi. Aiutarli ad accettare gradualmente un aiuto senza farli sentire improvvisamente incapaci.

Chiedere aiuto. Riconoscere che da soli in certe situazioni non ce la facciamo. Coinvolgiamo parenti e amici, chiedendo un sostegno, del tempo da dedicare.

Riposare, divertirsi e ridere con loro. Possiamo essere un aiuto valido se curiamo noi stessi e non ci esauriamo nel servizio.

Nutrirsi, riposarsi, avere momenti di svago per fare rifornimento di energie e di emozioni piacevoli. Così saremo in grado di sorridere anche agli altri e di favorire il loro buon umore, anche con qualche cosa scherzosa e simpatica.

 

La redazione

 

Fonte: S. Gandolfi, Se un genitore invecchia, Corriere Sette, 21.09.12

Nel vicentino, una donna di 69 anni è stata indagata per stalking per aver reso impossibile la vita della nuora con continue, pesanti critiche: «Ma guarda che disordine in questa casa...», «quella è tutta estetista e vestiti scollacciati», «tanto paga quell'idiota di mio figlio», «bella vita svegliarsi tardi mentre lui poveretto lavora». (Fonte: Giusi Fasano, Appostamenti e irruzioni in casa. Quando la suocera diventa stalker, Corriere della Sera, 30.10.12).
Inoltre incursioni, controlli telefonici, pedinamenti. «Per il bene di mio figlio», s'intende. Eccolo qui il passaggio chiave: il bene di lui. Che spesso assiste senza muovere un dito a un crescendo di astio fra sua moglie e sua madre.
E' un problema serio quando i genitori di lui o di lei si intromettono nella loro vita volendo imporre decisioni e giudicando che cosa sia meglio fare. La situazione si fa più grave quando la suocera, il suocero, rivolgono critiche o espressioni squalificanti nei confronti di uno dei due coniugi. Sono situazioni che possono corrodere la stabilità di una famiglia. Occorre mettere un alt, superare la paura del conflitto e di mettersi contro mamma o papà. E' in gioco l'unità della coppia, per la quale può essere bene sacrificare la buona pace con la parentela stretta. Meglio se di rapporti tra famiglie se ne parla prima del matrimonio. E' azione preventiva, da valorizzare. Certi paletti impiantati con parole chiare prima che si definisca l'unione tra due, evitano in futuro malintesi e contrasti.

Marco Manica

"…Ai miei tempi era meglio, non succedevano queste cose... Anche se si mangiava meno di adesso, però eravamo molto più contenti e si stava più insieme...". Ai nonni piace ricordare il passato e sono contenti quando qualcuno li sta ad ascoltare. Più attenzione incontrano, più sono invogliati a raccontare. Ci prendono gusto, si infervorano, una nuova linfa vitale attraversa il loro sguardo, il tono della voce, i gesti. Possiamo dire che ascoltarli nei loro racconti fa bene alla loro salute.

Domenica, 17/12/2017

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Ti trovi qui:Home»Macroaree»Famiglia e società»I parenti, i nonni

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.