Neo mamme: Il primo nemico è la solitudine

Secondo l'indagine dell’ISS, il 32,6% delle neomamme intervistate a tre mesi dal parto hanno definito la propria situazione poco soddisfacente.
Si tratta di difficoltà psicofisiche o ambientali legate al puerperio che non vanno confuse con la depressione post parto. “Disturbo che tuttavia esiste, e che, precisa Roberta Anniverno, direttrice del consultorio psichiatrico dell'ospedale milanese Macedonio Merloni, “è una realtà clinica che richiede un preciso percorso di cura. Una migliore informazione potrebbe risolvere parecchi problemi.

Oggi le future mamme sanno tutto sulle questioni cliniche, come prelievi ed ecografie, ma non altrettanto sui cambiamenti interiori cui vanno incontro. I corsi preparto ospedalieri forniscono dati tecnici, ma raramente preparano psicologicamente all'eventualità, non rara, che una donna entri in crisi e fatichi ad accettare la maternità. Si dimentica che un tempo la neomamma viveva all'interno di una famiglia allargata, con altre donne più esperte che davano consigli, mentre oggi il puerperio viene affrontato in solitudine”. (da Io e il mio bambino)
 

 

Additional Info

  • Sottotitolo: Ascoltare e parlare di più con le giovani mamme

Lascia un commento

Mercoledì, 18/10/2017

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Ti trovi qui:Home»Macroaree»Lui & Lei»Neomamme e neopapà»Neo mamme: Il primo nemico è la solitudine

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.