Se il bambino è arrabbiato, calma. Sintonizzarsi sulle sue emozioni

Sentirsi dire un no secco dal figlio, trovarsi di fronte a una scenata capita a tutti i genitori. E allora, che fare? Lasciarsi prendere dalla rabbia oppure cedere ai capricci? Esiste una terza possibilità tra lassismo e punizione. Tutto si gioca sul governare le nostre emozioni e rimanere connessi con quelle del bambino. Messi a confronto con un comportamento aggressivo del figlio o a una risposta maleducata, ci sentiamo a disagio e irritati. Ma se il bambino non sa dominare le sue reazioni, gli adulti devono dimostrarsi padroni di sé. Come possiamo chiedere a un bimbo di controllarsi se noi per primi non sappiamo gestire il nostro mondo interiore e le nostre reazioni?

Diamo l’esempio e impariamo a contenerci. Se rispondiamo alla rabbia con la rabbia non insegniamo nulla, anzi.  Un adulto attento, che ascolta lo sfogo del figlio può aiutare a calmare le acque. Il figlio impara a entrare in contatto con le proprie emozioni, è invitato a esplorarle e a controllarle. Dopo la tempesta, sarà più facile ragionare se in precedenza non abbiamo perso la pazienza e siamo rimasti calmi. E la prossima volta sarà più semplice trovare una soluzione a un pianto disperato, perché il bambino saprà di poter contare su una guida sicura, che sa ascoltare i suoi sentimenti e offrirgli dei consigli adeguati, anche se gli sembrano sbagliati, nel momento della rabbia. Se si trascura di capire che cosa passa per la testa del figlio, che cosa provi in quel momento, si creerà una barriera che lo farà sentire peggio, inducendolo probabilmente a inasprire l’ostilità. Sintonizzarsi sulle frequenze emotive di un bambino, ovviamente non vuol dire lasciargli fare quello che vuole: le regole rimangono sempre importanti per l’educazione. Ma perché facciano breccia nel cuore di una persona, bisogna prima aver creato con lei un rapporto di fiducia.

Andrea Lugoboni

Fonte: 10 ways to guide children without punishment http://www.ahaparenting.com/

Additional Info

  • Sottotitolo: Un adulto attento, che ascolta lo sfogo del figlio può aiutare a calmare le acque

Lascia un commento

Lunedì, 11/12/2017

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Ti trovi qui:Home»Macroaree»I figli»I più piccoli»Se il bambino è arrabbiato, calma. Sintonizzarsi sulle sue emozioni

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.