Equilibrio

Non quello che dobbiamo tenere camminando su uno stretto muretto, ma quello che ci serve per agire con giustizia e saggezza. Punto di arrivo non facile, l’equilibrio è frutto di ricerca, prove, esperienze. Chi vuole bene cerca il giusto equilibrio nelle sue decisioni. Comandi, divieti, regolamenti sono la risposta più facile per mettere ordine in famiglia e cercare di tenere sotto controllo tutto. Le leggi chiedono obbedienza, e all'obbedienza si quietano. Non sembra si interessino all'affettività, al modo con cui sono osservate o sopportate, agli entusiasmi o ai rancori. Neppure hanno di mira, si dice, di rendere gli uomini virtuosi; gli basta il "minimo etico", gli basta di mettere in salvo l'ordine sociale. (…) Una visione riduttiva, rischia di farci dimenticare che l'obiettivo delle leggi è la giustizia. Il diritto è tale non perché è comandato ma perché risponde al giusto. Se non è giusto, il comando può corrispondere alla peggior tirannia.

G. Anzani, Il dono alla base della giustizia, in Famiglia oggi, nov.-dic. 2010, p. 19.

Lascia un commento

Venerdì, 20/10/2017

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.