“Ho letto che…In ufficio un collega mi ha parlato di… A scuola mi dicono…”

Nei maggiori quotidiani degli Stati Uniti lavorano anche i  fact-checkers (controllori dei fatti) con il compito di  verificare ogni affermazione contenuta nei testi che devono essere pubblicati,  o di obbligare l'autore a correggere, se ciò che ha scritto non è vero.

Nessuna democrazia sana dovrebbe vivere senza di loro. Per il momento tuttavia prosperano quasi solo negli Stati Uniti. Lì la loro rilevanza sociale è crescente, ormai impossibile ignorarli o evitarli. I fact-checkers sono impiegati ai piani bassi dei grandi giornali, stipendi da ceto medio, oggi spesso stagisti e laureandi (cfr  Federico Fubini, Elogio dei Controllori dei Fatti, Corriere della sera, 6.10.12).

Segugi preparati e attenti, passano al setaccio ogni frase, confrontano, consultano, indagano e infine danno o meno il loro ok all’affidabilità dello scritto. Bello, no? Questi controllori impediscono che la realtà sia rimossa o distorta ai fini di chiunque.

Parliamo con altri, citiamo discorsi e notizie, ricordiamo qualcosa ascoltata in TV o letta da qualche parte, riportiamo il discorso di un amico: siamo sempre sicuri dell’affidabilità delle notizie che riferiamo e delle fonti da cui provengono? A maggior ragione la prudenza dovrebbe guidarci quando esprimiamo giudizi sull’operato altrui, che in qualche occasione ci vengano richiesti per motivi professionali o di giustizia. Diventare buoni fact-checkers  nella nostra vita pubblica e privata può essere un utile obiettivo.  Abituarci a soppesare le informazioni che riceviamo e a valutare le fonti, a selezionarle, e anche a non perdere tempo in raccolte di notizie che non avremo il tempo di utilizzare.

Inoltre fact-checkers della nostra comunicazione, per amore di verità e per lealtà nei confronti degli altri. 

 

Marco Manica

Additional Info

  • Sottotitolo: Sono molte le informazioni che ascoltiamo e poi divulghiamo. Sono sempre affidabili? Cerchiamo di verificarlo, soprattutto quando ci chiedono un’opinione su altri

Lascia un commento

Martedì, 17/10/2017

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Ti trovi qui:Home»Macroaree»Amore e Amicizia»Relazioni efficaci e costruttive»“Ho letto che…In ufficio un collega mi ha parlato di… A scuola mi dicono…”

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.