Accompagnare i ragazzi nella lettura. Le recensioni non bastano

Leggere un libro richiede tempo e energie mentali, è opportuno investirle bene. Inoltre la lettura ci mette in contatto con una persona, l'autore, che trasmette le sue idee, i valori in cui crede. Queste pagine mi offrono qualcosa di positivo? E' la domanda che è opportuno porsi prima di iniziare la lettura di un libro. Dove trovare la risposta? Di recensioni ne troviamo in abbondanza, ma è meglio chiedere consiglio a un amico che se ne intenda. Tanto più se il lettore è un giovane. Consigliargli un buon libro e poi accompagnarlo nella lettura può essere l'inizio di una buona abitudine, inoltre lo si difende da delusioni e perdite di tempo.
"Ho 16 anni - commenta un ragazzo sconsolato su un sito Web di recensioni - e ho letto questo libro dalla prima pagina all'ultima, fidandomi delle recensioni che lo dichiaravano ottimo. Non lo è. Mi piace leggere e di solito finisco tutti i romanzi che comincio, e solo per la mia decisione di non arrendermi mai ho finito anche questo, ma avrei fatto molto meglio a fermarmi prima". Un lettore come questo va incoraggiato a non mettere in gioco l'autostima quando si tratta di finire un libro oppure no, se non altro perché più libri brutti finisci, meno tempo avrai per quelli belli". (T. Parks, Essere sazi a metà libro, Il Sole 24 Ore, 22. 04. 12).

Marco Manica

Additional Info

  • Sottotitolo: “Queste pagine mi offrono qualcosa di positivo?”. E’ la domanda da porsi prima di iniziare la lettura di un libro

Lascia un commento

Mercoledì, 18/10/2017

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Ti trovi qui:Home»Macroaree»I figli»Parlare di scuola e di studio»Accompagnare i ragazzi nella lettura. Le recensioni non bastano

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.