Veri e falsi dialoghi

Attenzione ai falsi dialoghi interiori! Quelli in cui ognuno si fa le domande e si dà le risposte dell’altro che (solo) immagina, perché pretende di conoscere l’altro, pensa al suo posto. “Lui sa ciò che io so…” “Io so che cosa mi dirai, e allora…” “Io non ti ho parlato perché sapevo che non avevi voglia di ascoltarmi…”. Sono falsi dialoghi per evitare quello vero, perché temiamo di essere incompresi, respinti o di ferire. (Denis Sonet, Imparare a comunicare in famiglia, Elledici, p. 18). Ma il timore si può superare proprio parlando, e avremo il più delle volte la gradita sorpresa di scoprire che l’altro pensa meglio di quanto noi avevamo immaginato.

Lascia un commento

Martedì, 17/10/2017

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Ti trovi qui:Home»Macroaree»Rubriche»IDEA! Consigli pratici»Veri e falsi dialoghi

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.