Capricci dei bambini? Sintonizzarsi sulle loro emozioni

Quando i bambini fanno i capricci, meglio sintonizzarsi sulle loro emozioni, prima di intervenire con ordini o rimproveri. E' il parere di due psicoterapeuti della University of California di Los Angeles, Daniel Siegel e Tina Bryson (Fonte: G. Aluffi, Il Venerdi di Repubblica, 28.09.12).
Se il bambino ha perso il controllo ed è in collera, è inutile far leva sul ragionamento, significherebbe parlargli con un linguaggio che non capisce. Bisogna invece sintonizzarsi con le sue emozioni per attenuarle e ricondurlo a ragionare. Se una bambina grida alla mamma "Ti odio!", l'istinto è rispondere: "Non parlarmi mai più così!". Invece la strada più efficace è l'analisi dell'emozione: "Sei arrabbiata con me perché non ti ho comprato la collanina? Capisco che ti piace e la vorresti subito. Ma non posso spendere altri soldi oggi. Se vuoi possiamo trovare una soluzione...".

La redazione

Additional Info

  • Sottotitolo: Prima di intervenire con ordini o rimproveri, meglio ascoltare quello che sentono dentro, per farli poi ragionare

Lascia un commento

Domenica, 22/10/2017

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Ti trovi qui:Home»Macroaree»I figli»I più piccoli»Capricci dei bambini? Sintonizzarsi sulle loro emozioni

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.