No alle "frasi trappola"

Le "frasi trappola" sono molto dannose, possono compromettere seriamente le relazioni tra genitori e figli.

Del tipo: "Prendi esempio da questo o quello", che è un modo per dire al ragazzo che altri valgono più di lui, l'ultima cosa che un adolescente, in genere insicuro di sé, ha bisogno di sentire. Oppure: "Peccato, eri così bravo da piccolo", che, nel verbo al passato, fa quasi percepire che la trasformazione in adolescente ha cancellato il figlio desiderato.

In realtà, le qualità che il ragazzo aveva sono ancora lì, solo che, al momento, è impegnato nella scoperta di un nuovo mondo. Gli adulti devono sorvegliare con attenzione quel che dicono, perché le loro parole possono essere "missili e motivi" diretti al cuore di giovani che hanno difese psichiche ancora deboli.

Joseph e Caroline Messinger, Dizionario bilingue genitori-figli/figli-genitori, edizioni Sonda, pagine 400, euro 15,90
(Il Venerdì di Repubblica, 20 aprile 2012, p. 61)

Lascia un commento

Lunedì, 18/12/2017

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Ti trovi qui:Home»Macroaree»Rubriche»IDEA! Consigli pratici»No alle "frasi trappola"

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.