"Faccio finta di non vederlo"

Proviamo a considerare questo atteggiamento come un punto di partenza per migliorare, superare paure, fastidi, antipatie, rancori. Diventare più forti, più liberi. Se mi dirigo verso l'altro – vincendo le mie resistenze interiori - , anziché allontanarmi dalla persona mi allontanerò dai fantasmi dolorosi della mia immaginazione ferita.

"Quella persona non la posso proprio vedere...". Capita. Dissapori, equivoci, incomprensioni che costruiscono un muro che sembra invalicabile. In realtà l'ostacolo è solo dentro di noi. Vogliamo restare così, oppure vogliamo cambiare? Vogliamo veramente chiudere il rapporto con quella persona, oppure desideriamo recuperarlo? Non è semplice, perché le ferite ci sono e ci fanno male. Senza fretta, evitando di proporci obiettivi troppo impegnativi per il momento, possiamo esercitarci. Proviamo.

Lascia un commento

Lunedì, 18/12/2017

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Ti trovi qui:Home»Macroaree»Rubriche»IDEA! Consigli pratici»"Faccio finta di non vederlo"

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.