Prima di litigare troppo, fare una pausa

E' in corso una discussione con un amico che si fa sempre più accesa. L'argomento prende l'attenzione di entrambi e tocca convinzioni radicate, atteggiamenti e modi di comportarsi che si sono stabilizzati nel tempo. E' difficile arrivare all'uscita della controversia con un avvicinamento di entrambi alla verità. Ciascuno poi è tentato di mettere in atto azioni di potere – il tono di voce, i gesti, lo sguardo – per far prevalere la propria opinione.

La discussione ha un costo emotivo, psichico e fisico: si consumano energie, che dopo un certo periodo si possono trovare in riserva.

Jesper Juul, terapeuta familiare e autore di diversi libri per genitori, suggerisce di introdurre delle pause per riprendere fiato.

Quando ci accorgiamo che non se ne esce, gli animi si stanno surriscaldando e predomina il risentimento, l'inquietudine, il primo dei due che se ne rende conto può suggerire: "Senti, mi sembra che sia meglio sospendere la discussione. Che ne dici se ci prendiamo qualche ora di intervallo, o qualche giorno e ne riparliamo a mente serena. Ti assicuro che rifletterò con attenzione su quello che ci siamo detti e quando ci rivedremo desidero ascoltarti con molta attenzione".

Lascia un commento

Martedì, 17/10/2017

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Ti trovi qui:Home»Macroaree»Rubriche»IDEA! Consigli pratici»Prima di litigare troppo, fare una pausa

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.