“Lorenzo quante volte te lo devo dire"

“Lascia stare gli spazzolini da denti degli altri. Te l’ho già detto. Quante volte te lo devo ripetere! Guarda che non sto scherzando…Lascia stare gli spazzolini, lascia stare gli spazzolini…! Allora?”. E Lorenzo chiama a cimentarsi il papà nella battaglia.

Come mai Lorenzo è così interessato agli spazzolini? Forse non sono gli spazzolini, ma gli interessa richiamare l’attenzione del papà. Allora papà, vuoi badarmi o no, pensa Lorenzo. Invece di fare tante altre cose non potresti guardare me e parlare con me e giocare un po’ con me? Ed ecco che gli spazzolini sono una buona occasione.
Ripetere infinite volte un comando che non ha funzionato, forse non è la strategia migliore. E’ vero che la ripetizione è uno degli aspetti dell’apprendimento, ma…con criterio. Forse si potrebbe cambiare musica con una domanda: “Lorenzo che cosa ti piacerebbe fare con gli spazzolini da denti?” E rilanciamo la palla a lui che può cominciare a dire la sua.
 

Additional Info

  • Sottotitolo: Ripetere un comando che non ha funzionato, forse non è la strategia migliore

Lascia un commento

Lunedì, 11/12/2017

Ultimo aggiornamento03:21:24 AM

I più letti del mese

Contatti

Seguici

Ti trovi qui:Home»Macroaree»I figli»Ascoltare i figli e dialogare»“Lorenzo quante volte te lo devo dire"

Utilizziamo i cookie esclusivamente per consentire e facilitare la tua navigazione nel sito.

Se consulti il nostro sito, assumiamo che tu lo faccia liberamente e che sia d'accordo con quanto indicato sopra.